Che fine ha fatto Adriano?

che fine ha fatto adrianoChe fine ha fatto Adriano? Qualcuno se lo sarà sicuramente domandato, impossibile dimenticarlo, parlo di Adriano Leite Ribeiro, l’Imperatore.

Sorrisone, talento ancora più vistoso ma tanti, tanti problemi – non solo alle spalle – che ne hanno minato irrimediabilmente la carriera. Allontanatosi dall’Inter, è praticamente sparito dai riflettori del calcio che conta. Un peccato, come in tanti altri casi, perchè un talento sprecato non è mai una cosa piacevole; ti priva della possibilità di vedere sbocciare un fiore potenzialmente meraviglioso e inebriarti del suo profumo.

Quando si parla di talento sprecato mi viene sempre in mente Pato, lasciate stare le motivazioni alla base del flop, alla fine la situazione che sto descrivendo è la stessa: il Milan – come l’Inter – aveva tra le mani un talento potenzialmente mondiale, ma non ne ha mai visto brillare del tutto la stella. Peccato.

Sì, Adriano era in grado di fare gol di questo tipo. Qui la rete indimenticabile di Adriano in Inter-Udinese, nel 2004

Adriano, sì. Giusto qualche giorno fa mi stavo domandando che fine avesse fatto, non sentendone più parlare. Allora mi sono deciso a scavare, per trovare finalmente risposta certa. Passiamo oltre ai mille problemi di cattiva condotta che ne hanno caratterizzato negativamente la carriera, Adriano è stato un giocatore tormentato, da cosa – se da un passato che non gli ha dato mai pace o da una tranquillità che non è riuscito a fare mai definitivamente propria – è difficile saperlo, è arduo entrare nella testa di un calciatore travolto da mille lune; sarebbe come fare en plein alla roulette di un casinò di primo livello, al primo colpo.

Neanche un anno fa, l’1 maggio 2016, parte una nuova avventura per il brasiliano, esordisce con il Miami United nella Npsl, quarta divisione statunitense. La prima gara è il derby contro i Miami Fusion, è stato un massacro: sconfitta per 5-0. Il 5 maggio 2016 – quattro giorni dopo, quattro – decide misteriosamente di tornare in Brasile senza che si sappia il motivo. Questo è Adriano. Oggi ha 35 anni e sembra ancora alla ricerca di una sua personale dimensione, vaga inutilmente alla ricerca costante di pace e soddisfazione.

Qualche mese dopo fu fotografato in una delle favela più pericolose di Rio de Janeiro, costretto a pagare per avere protezione, raccontavano.

Lo scorso febbraio Adriano ha spento 35 candeline, per l’occasione ha organizzato un mega party nel quartiere di Tijuca; presenti invitati ultra selezionati. Neanche a dirlo, per l’organizzazione non ha badato a spese; stando alle cifre circolate, il brasiliano sarebbe arrivato a sborsare la bellezza di 300mila reais, che al cambio fanno circa 92mila euro.

Curtindo mais um ano de vida com meu irmao

Un post condiviso da Adriano imperador (@adrianoimperador) in data:

A 35 anni suonati e una forma fisica a dir poco precaria, possiamo affermare che la carriera di Adriano Leite Ribeiro è ormai conclusa. Lui continua a farsi fotografare in giro con quel suo grosso sorrisone che trasmette tanta allegria ma che nasconderà sempre una certa malcelata malinconia. Adriano, il fu Imperatore.