I 20 attaccanti più forti d’Europa (in base ai numeri)

I 20 attaccanti più forti d'EuropaDopo il colpo Carlos Bacca al Milan, in molti hanno iniziato a interrogarsi sul reale valore del giocatore colombiano pagato 30 milioni.

In realtà questo tipo di domande sta diventando un ritornello estivo, chiedersi se le quotazioni di alcuni giocatori – ma è un discorso che riguarda quasi la totalità – siano gonfiate o meno.

Mi sento di dire tranquillamente che questo che stiamo vedendo è un mercato dai prezzi “drogati”, gonfiati, chiamateli come preferite, ma non rispecchiano di certo l’attuale valore effettivo dei calciatori in questione. Bertolacci 20 milioni, Kondogbia 40 milioni, per Witsel ne chiedono 45, Imbula sembra costare addirittura poco in confronto, e si parla di una ventina di milioni di euro.

D’altronde, o si nuota o si fa presto ad annegare, quindi sotto con gli investimenti da capogiro, Milan, Inter, Juve, tutte, alla stregua degli altri club d’Europa che hanno iniziato ormai da qualche anno a spendere e spandere. Per capire quanto siano stati ben spesi i soldi per un attaccante come Bacca, appunto, ci si può rifare ai mai opinabili numeri, ed è interessante leggere dati e statistiche e capire chi fa meglio il proprio mestiere nel senso più puro del termine, ovvero chi ha la percentuale realizzativa migliore in relazione ai tiri effettuati.

Squawka ha stilato una classifica degli attaccanti con la capacità di andare in gol più spesso tra quelli che militano nel Vecchio Continente. Tra i 20 attaccanti più forti d’Europa (in base ai numeri) troviamo gli attaccanti Aritz Aduriz e Diego Rolan, rispettivamente Athletic Bilbao e Bordeaux – in 20esima e 19esima posizione – con una percentuale realizzativa del 22,8% il primo e del 23,1% il secondo. Parliamo di giocatori di primissimo livello, con un senso del gol difficilmente avvicinabile.

Per dire, in 18esima e 17esima posizione troviamo due mostri di bravura come Luis Suarez (23,5%) e Arjen Robben (23,6%), i quali hanno segnato 16 e 17 gol in campionato nel corso di questa stagione. Saltando qualche posizione, entriamo nella top ten, troviamo Cristiano Ronaldo e Zlatan Ibrahimovic. Il portoghese ha messo in rete 48 dei 182 tiri effettuati, che tradotto vuol dire il 26,4%. Fa ancora meglio lo svedese con il 27,1% di tiri trasformati in gol.

Andiamo dritti al podio e scopriamo come Carlos Bacca sia effettivamente uno dei più spietati killer europei dell’area di rigore con il 33,9% di percentuale realizzativa: 20 gol su 59 tiri, praticamente uno su tre, finisce dentro. Meglio di lui quest’anno hanno fatto solamente Diego Costa e Alexandre Lacazette con il 34,4% e 34,6%. Leggendo i numeri, sembra dunque che il Milan sia stato addirittura fortunato nell’affare Jackson Martinez, finendo su un giocatore ancor più capace per quanto riguarda gli ultimi metri di gioco. Certo, un attaccante va valutato in base ad altre componenti assolutamente importanti, ed è per questo che la graduatoria in questione non è da considerarsi un parametro assoluto.

La classifica completa dei 20 attaccanti più forti d’Europa

20/19: Aritz Aduriz (22.8%) & Diego Rolan (23.1%)

18/17: Luis Suarez (23.5%) & Arjen Robben (23.6%)

16/15: Antonio Di Natale (24.1%) & Olivier Giroud (24.1%)

14/13: Eden Hazard (25%) & Carlos Tevez (25.3%)

12/11: Harry Kane (25.9%) & Karim Benzema (26.3%)

10/9: Cristiano Ronaldo (26.4%) & Zlatan Ibrahimovic (27.1%)

8/7: Neymar (27.8%) & Alexander Meier (28%)

6/5: Lionel Messi (29.3%) & Jeremy Menez (32%)

4/3: Antoine Griezmann (32.8%) & Carlos Bacca (33.9%)

2/1: Diego Costa (34.4%) & Alexandre Lacazette (34.6%)