I 10 acquisti che rivoluzionerebbero il mercato

I 10 acquisti che rivoluzionerebbero il mercatoTanti discreti giocatori, alcuni buoni, fortissimi pochi, una manciata di fenomeni nella grande vasca del mercato. Se fosse tutto semplice e automatico, avremmo squadre piene zeppe di campioni; l’attività di scouting è un’arte che, alla lunga, premia solamente chi si è attrezzato per tempo.

Chi ha molti soldi da investire, però, ha le possibilità (economiche) di assicurarsi i più forti giocatori sulla piazza. Per farlo, non sono sufficienti meno di 30 milioni. Ci sono almeno 10 acquisti che rivoluzionerebbero il mercato, nel senso che andrebbero a spostare pesantemente gli equilibri sulla bilancia. Questa ricerca è stata fatta dal noto portale spagnolo Abc, mi trova d’accorso su quasi tutti i nomi individuati, ma non su tutti.

I 10 acquisti che rivoluzionerebbero il mercato: da Gundogan a Pogba

Partiamo dal meno costoso – si fa per dire – che è Gundogan, centrocampista di 24 anni seguito ormai da mezza Europa. Ha risolto i problemi alla schiena che ne minavano il rendimento e ora si torna a parlare prepotentemente di Bayern Monaco, Manchester United e Barcellona come possibili destinazioni. Per averlo servono almeno 30 milioni ed è uno di quei centrocampisti che farebbe comodo a tutte le big della nostra serie A.

Altro giocatore molto interessante, dalle qualità sublimi, in grado di spostare gli equilibri, è Isco. Giovanissimo, 23 anni, tutta la trafila della Nazionale spagnola sin dall’under 16, dal luglio del 2013 al Real Madrid. Il suo valore di mercato è letteralmente esploso. Oggi servono non meno di 45 milioni per portarselo a casa, il Manchester city sarebbe la destinazione più probabile.

Antoine Griezman è sicuramente giocatore di talento ma ancora in fase di crescita, non ancora in grado di far saltare del tutto il banco del mercato. Ben 53 partite al primo anno di Atletico Madrid, nel giro della Nazionale francese, l’anno scorso ci aveva fatto un pensierino il Milan che lo aveva messo in ballottaggio con Cerci; alla fine non arrivò nessuno. Per avere il francesino classe 1991, servono più di 30 milioni di euro, che non è poco. L’Atletico Madrid non ha intenzione di cederlo e a chiunque dovesse bussare alla porta per lui, risponderebbe indicando la cifra della clausola rescissoria: 65 milioni.

Un vero super talento destinato a fare le fortune del suo prossimo club è sicuramente Marco Reus, che ha rinnovato a metà stagione proprio per evitare svendite. Per il tedesco servono almeno 40 milioni e sembra difficile un altro anno di permanenza al Borussia Dortmund. Il Bayern Monaco rimane la pista più calda.

Non va dimenticato il Pipita Higuain, 29 gol in 58 partite quest’anno, uno che il vizio del gol ce l’ha appiccicato alla pelle. La partenza di Benitez e il forfait dalla Champions League sono fattori importanti, da non sottovalutare. Manchester United e Arsenal non lo mollano di un centimetro e non è detto non stiano già preparando l’affondo nel corso di questo mercato. Per lui servono più di 40 milioni.

Poi viene un giovanotto, italiano, per il quale farei follie fossi il presidente di un club. Marco Verratti ha dimostrato a sprazzi di saper accendere la luce anche nel corso dell’ultimo (semi-disastroso) Mondiale giocato in Brasile dall’Italia di Prandelli; Verratti ha dimostrato di poter stare ad altissimo livello in uno dei club più forti d’Europa. Da Parigi non si sposterà per una cifra inferiore ai 50-60 milioni, e lì non sembrano avere la benché minima intenzione di farlo partire.

Discorso diverso invece quello per Paul Pogba. Raiola sonda il terreno, le offerte non mancano e la Juventus avrà presto bisogno di cedere dopo gli acquisti già conclusi di Dybala, Zaza, prossimamente Mandzukic e, forse, Oscar. Per Pogba servono minimo 80 milioni e Psg, Real Madrid e Barcellona sono già in prima fila.

Edinson Cavani è un altro che farebbe esplodere il mercato, giocatore in grado da solo di dare spessore, qualità e velocità al reparto avanzato e di portarlo ai massimi livelli. L’uruguaiano non vale meno di 60 milioni e anche in questo caso (come per Verratti) servirebbe un’offerta monstre per convincere il club francese a farlo partire. Angel Di Maria è giocatore dalla classe sopraffina, il dribbling iptotizzante e una velocità disarmante. Ma la prima stagione al Manchester United non è stata all’altezza degli 80 milioni di euro sborsati meno di 12 mesi fa per portarlo via da Madrid. Ecco perché potrebbe essere un’occasione davvero allettante.

Anche per avere Raheem Sterling, appena 20 anni, esterno d’attacco del Liverpool, serve una montagna di denaro. Il Liverpool avrebbe già rifiutato la prima offerta del City di circa 42 milioni, che pensa però di non arrendersi e rilanciare. Serviranno almeno 50-55 milioni. Ben spesi, ma una quantità (eccessiva) di soldi.